Le farmacie comunali: una realtà da valorizzare

A valle della presentazione del bilancio consuntivo 2010 il Partito Democratico conferma il valore della presenza sul nostro territorio delle due farmacie comunali. Due realtà che complessi- vamente hanno prodotto nel 2010 utili per circa 67 mila euro (come aveva immaginato il PD e contrariamente alle previsioni del Presidente delle farmacie che aveva, invece, preventivato un mar- gine finale di 28 mila euro). Ciò a sottoli- neare davvero il loro buono stato di salute.

Il Partito Democratico ritiene che le farmacie debbano ulteriormente consolidarsi con nuovi servizi ed attività, cogliendo le opportunità che la normativa consente e sviluppando iniziative tendenti a garantire il diritto alla salute dei cittadini. Particolare attenzione dovrà essere rivolta alle classi sociali meno abbienti sia sul piano economico sia su quello della consulenza. Una chance di sviluppo è anche offerta da Expo 2015, tra i cui temi compare quello della cattiva alimentazione e delle malattie sociali collegate. Un progetto su questo terreno è auspicabile. Al fine di migliorare sempre di più le performance è inoltre auspicabile un confronto con analoghe realtà. Conoscenza e crescita vanno di pari passo.

Una nota dolente presente in questo bilancio è il prelievo che il governo ha imposto: l’1,82% del valore di ogni ticket del SSN (quasi 16 mila euro) è finito nelle casse statali. A riprova che questo governo di centro destra le mani nelle tasche dei cittadini le mette eccome, anche se indirettamente.

Un ringraziamento è doveroso nei confronti di tutto il personale delle farmacie, grazie al quale i risultati suddetti sono stati resi possibili.

This entry was posted in salute and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *