Il PD in difesa del Parco Sud

Nelle scorse settimane, il Partito Democratico ha segnato due punti importanti per la difesa del Parco Agricolo Sud Milano. La grande area protetta che disegna un’ampia cintura attra- verso i comuni del- l’hinterland milanese (Cornaredo inclusa), era stata oggetto di ripetuti attacchi negli ultimi mesi da parte del centrodestra lombardo.

Il 22 giugno, i consiglieri democratici hanno ottenuto che il Consiglio Regionale della Lombardia approvasse all’unanimità una mozione che impegna il Pirellone a dire no alla costruzione del termovalorizzatore nel Parco Sud Milano, nonostante i propositi in questo senso più volte espressi da Pirellone e Comune di Milano. Franco Mirabelli, consigliere regionale del Pd che ha illustrato il documento approvato anche da Pdl e Lega, si è detto molto soddisfatto per la riuscita dell’operazione. «Per legge spetta alla Regione decidere dove autorizzare gli impianti per lo smaltimento dei rifiuti – ha commentato Mirabelli –. Grazie all’iniziativa del PD, esce di scena definitivamente la possibilità che il termovalorizzatore venga realizzato nel Parco Sud. Ora ci aspettiamo che già dalla prossima Conferenza dei servizi venga completamente escluso da tutte le parti chiamate in causa».

La settimana passata, invece, nell’ambito della discussione del Piano di Gestione del Territorio del Comune di Milano, il Consiglio comunale ha approvato due emendamenti PD che garantiscono le aree del Parco Sud di pertinenza del capoluogo. Le possibilità di edificare all’interno del territorio del parco vengono drasticamente ridotte, garantendo di fatto la conservazione di un polmone verde che rappresenta una risorsa ambientale e culturale per l’intera città e per il suo hinterland. Ponendo una volta per tutte il freno a chi, a partire dal presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, aveva parlato di costruire anche qui, assecondando i piani del costruttore Salvatore Ligresti. Un’altra importante vittoria del fronte contro il cemento.

This entry was posted in territorio and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *