Grazie Sindaco Claudio Croci

12802936_979993505414738_1535364959852341264_nIl Partito Democratico di Cornaredo e San Pietro all’Olmo ti rende merito per quanto hai fatto e dato a questa nostra comunità, con grande impegno, generosità e spirito di sacrificio. Prima negli organi collegiali della scuola, dove, da rappresentante dei genitori, hai assunto la carica di Presidente del Consiglio di Istituto; poi come componente del Consiglio Comunale e in seguito come Assessore ai servizi sociali. Infine, nel 1995, espressione di una coalizione di centro sinistra, eletto Sindaco direttamente dai cittadini e riconfermato con un’ampia maggioranza nel 1999 sino alla primavera del 2004. Le amministrazioni comunali guidate da te hanno proseguito il lavoro di buon governo del territorio e della comunità cornaredese intrapreso da quelle precedenti. In questo senso, non vi è stata soluzione di continuità e sotto i tuoi mandati sono state realizzate opere importanti come i centri per gli anziani a Cornaredo e a San Pietro all’Olmo; il Palazzo della Filanda, con la nuova biblioteca, l’auditorium, l’aula consigliare; l’acquisizione del palazzo Ex Causa Pia Villa in piazza della Chiesa Vecchia a San Pietro; è partito il progetto per la costruzione del Palazzetto dello Sport, e altro ancora. Ti ricordiamo come una persona dal carattere mite eppure pieno di determinazione e perseveranza; non potremo mai dimenticare l’ostinazione con la quale, pur tra mille ostacoli,  portasti avanti il progetto di riappropriazione della rete del gas per far parte di un nuovo piano ambientale ed energetico condiviso dai quattro comuni di Cornaredo, Rho, Settimo e Però;  oppure il progetto della variante alla Statale 11, sino alla condivisione con i comuni di Bareggio, di Sedriano e della Provincia,  per alleggerire i disagi del traffico sugli abitanti di San Pietro e di San Martino. Ma al primo posto mettevi sempre le persone, specie le fasce più deboli, come gli anziani, i minori, i portatori di handicap. Te ne eri occupato in qualità di assessore ai servizi sociali nella Giunta guidata dal Sindaco Mario Barlocchi e quando sei diventato sindaco, hai chiamato a gestire quel delicato settore persone capaci e sensibili che hanno dato continuità al lavoro da te avviato. Ancora oggi le strutture e i servizi forniti da quel settore portano il segno delle scelte fatte da quelle amministrazioni. L’impegno nella scuola, la cura delle fasce deboli, i servizi pubblici, sono solo alcuni esempi di quanto la tua azione fosse saldamente ispirata ai valori della solidarietà, della giustizia sociale, della imparzialità, della serietà e dello spirito di servizio verso i tuoi concittadini. Un altro tratto caratterizzava la tua personalità e ha segnato la tua attività politica: la disponibilità al dialogo con tutti, sia con chi ti sosteneva sia con coloro che ti criticavano. Difficilmente ti alteravi, sia nelle sedi istituzionali che in quelle di partito:  con pazienza e pacatezza sostenevi le tue posizioni, senza timore di rivederle in tutto o in parte se ritenevi che ciò fosse meglio per l’amministrazione e per i cittadini. Da vero democratico eri convinto che il confronto tra posizioni diverse fosse una ricchezza e non un problema. Poi, certo, ti facevi carico del compito e della responsabilità di fare sintesi e di prendere decisioni. Dopo la conclusione dei tuoi mandati, alla politica cornaredese sono mancati i tuoi contributi; avremmo voluto continuare a discutere e collaborare con te e fare un altro pezzo di strada insieme nel Partito Democratico, dove si sono ritrovate, oltre a tante persone nuove e giovani, le forze migliori della tradizione cristiano sociale, socialista e laica, ricreando un progetto politico progressista. Caro Claudio, grazie per l’eredità che ci hai lasciato.
This entry was posted in appuntamenti and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *