Contro l’amianto, per la nostra salute

La recente sentenza del tribunale di Torino sulla vicenda amianto riapre la questione anche il Lombardia e sul territorio di Cornaredo, dove è ancora massiccia la presenza di Eternit sui tetti, con grave rischio per la salute dei cittadini.

Il Partito Democratico ha presentato da tempo in Regione Lombardia un progetto di legge per lo smaltimento, che la maggioranza di centrodestra non vuole mettere in calendario nonostante l'urgenza del tema. Anche a Cornaredo il PD ha posto più volte la questione, senza che la giunta Bassani ritenesse opportuno attivarsi. Secondo il capogruppo PD Carlo Meregalli, infatti, «anche l'amministrazione deve farsi carico di questo problema. Non basta eliminare l'amianto dai tetti pubblici: occorre coinvolgere ogni cittadino attraverso il censimento e il controllo e poi farsi promotore di inizative per facilitare il rapporto con gli smaltitori, anche attraverso convenzioni».

Come noto, l’amianto ha rappresentato fino al 1992, quando fu messo al bando, la panacea per la soluzione di tanti problemi ed è stato usato in numerosi prodotti. Il più famoso, abbinato al cemento, è l’Eternit. Con questo sono stati realizzate in particolare lastre per la coperture dei tetti che ancora oggi sono presenti abbondantemente nel nostro paese. È stato messo al bando perché le fibre di amianto si sono dimostrate un contaminante ambientale se disperse nell’aria, provocando gravissime patologie a carico dell’apparato respiratorio. Dai dati rilevati dalla regione Lombardia mediante telerilevamento su circa il 40% del nostro comune e in particolare nella parte nord-est, risulta che ci siano più di 34.000 metri quadrati di amianto. Non ci sono dati per la restante parte del nostro comune. Cosa fare?

Per coinvolgere la popolazione, occorre sollecitare il censimento di ogni presenza di amianto attraverso l’invio all’ASL del modulo predisposto dalla Regione, e diffondere il “protocollo per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture” che permette a ogni cittadino di valutare di persona la situazione e decidere come comportarsi.

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

2 Responses to Contro l’amianto, per la nostra salute

  1. Gianpy says:

    Sono pienamente d’accordo.Dovreste aiutarmi a risolvere il caso da me denunciato l’8/9/2011 con “leave a reply ” a margine del vs.servizio “Amianto:la salute dei cittadini puo’ attendere”.A distanza di 8 mesi sono in attesa di informazioni dall’ufficio ecologia

  2. Molini Adriano says:

    Abito a Cornaredo in via Cascina Croce 99, dal terrazzo del mio soggiorno al 4° piano sono visibili, al nunero civico N° 115 di Via Cascina Croce, dei fabbricati coperti di Eternit, sono coperture a norma?
    Grazie e distinti saluti.
    A. Molini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *