25 aprile 2011: il Partito Democratico aderisce alle iniziative ANPI!

Viviamo tempi difficili in cui la crisi economica e sociale viene sopita con il tentativo di smantellare la struttura democratica della nostra Repubblica. Non si affrontano i problemi e non si danno risposte ai bisogni dei cittadini con il chiaro intento di delegittamare l’impianto costituzionale dello Stato.

Questo avviene anche a Cornaredo, dove la giunta di centrodestra, a guida leghista, svilisce sempre più la ricorrenza del 25 aprile trasformandola in una mera commemorazione rituale senza valorizzare i significati fondanti dello Stato Italiano.

Il Partito Democratico, con i suoi organi dirigenti e consiliari, ha contrastato questo intento e, consapevole che la democrazia è un patrimonio inalienabile nella cultura del nostro paese,  si è reso protagonista di iniziative tese a dare continuità al consolidamento dei valori antifascisti e democratici cercando di chiamare ad un  nuovo protagonismo i cittadini  cornaredesi.

Siamo stati promotori della nascita, sul nostro territorio  e quello di Settimo Milanese, dell’ANPI,  l’ Associazione Nazionale Partigiani Italiani, che ha già più di cento adesioni di tutte le provenienze ideali e culturali, così com’è stata la Resistenza.

Ne siamo ogogliosi, così come siamo consapevoli che  bisogna indignarsi, agire e mobilitarsi  per evitare che il centellinato  scempio quotidiano delle fondamenta repubblicane divenga il presupposto per l’instaurarsi di regimi antidemocratici.

Piero Calamandrei, partigiano e padre della Costituzione,  diceva "se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei lager dove furono sterminati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì, è nata la nostra Costituzione."

Ecco da dove bisogna partire per comprendere, nel 2011, il valore della libertà e della forza morale insito nella Resistenza e nella lotta di Liberazione dal regime nazi-fascista  che portò alla nascita della Repubblica Italiana e che con la sua Costituzione ridiede dignità agli italiani e li affrancò quale popolo autonomo e non suddito.

Per questo sarà importante la nostra presenza il 25 Aprile a San Pietro all’Olmo (P.zza Dubini) alle 9,30, nella Piazza di Cascina Croce alle 10,15 e a Cornaredo (P.zza Libertà) alle 11,00.

Facciamo in modo che una ricorrenza così importante non passi inosservata.

Il presente ed il futuro hanno bisogno che il nostro più nobile passato sia custodito e ricordato.

This entry was posted in comunicati, diritti, locale, partito, sociale, territorio and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *